Home LASER TERAPIA

LASER TERAPIA

 

 

Il LASER (Light Amplification by Stimulated Emission of Radiation, cioè: amplificazione della luce mediante emissione stimolata di radiazioni) è uno strumento che amplifica le onde luminose senza ricorrere a convertitori elettronici.

La radiazione laser, penetrando i tessuti, provoca delle reazioni biochimiche, sulla membrana cellulare e all’interno dei mitocondri, che inducono i seguenti effetti:

- vasodilatazione, con conseguente aumento del calore locale, stimolazione neuro vegetativa, modifica della pressione idrostatica intracapillare, aumento delle richieste metaboliche cellulari;

- aumento del drenaggio linfatico, maggior assorbimento dei liquidi interstiziali, stabilizzazione ionica trans/membranica, aumento dell’efficacia della pompa sodio/potassio;

- stimolazione metabolica, accelerazione del processo di trasformazione del ADP in ATP e del ricambio elettrolitico tra gli ambienti intra ed extra cellulari, aumento della concentrazione di acidi nucleici (RNA e DNA) e di aminoacidi;

- lieve modificazione del PH intra ed extra cellulare.

- L’aumento del flusso ematico per vasodilatazione capillare ed arteriolare ha effetti antiflogistici, antiedema, eutrofici e stimolanti per il tessuto cellulare.

- La modifica della pressione idrostatica intracapillare conduce ad un maggior assorbimento del liquidi interstiziali con effetti riduttivi per gli edemi e di attivazione per il ricambio cellulare.

- La terapia del dolore è praticabile grazie all’azione analgesica, indotta dall’aumento della soglia di percezione delle terminazioni nervose algotrope e dalla liberazione di endorfine.

 

In campo riabilitativo la laserterapia sta dando risultati eccellenti nelle patologie dei tessuti superficiali. In particolare viene indicata per tendiniti, borsiti, contratture muscolari, postumi di traumi (strappi muscolari, distorsioni e postumi dolorosi di contusioni), artrosi, neuriti, ulcere e piaghe (la cicatrizzazione delle piaghe è favorita dalla biostimolazione cellulare e dall’attivazione del microcircolo), metetarsalgie e fascite plantare.